Tips & Tricks

Organizzazione di un viaggio: Step 2 – Scelta dell’alloggio

Se avete già letto lo Step 1, ora siete pronti per la fase 2: la prenotazione degli alloggi!
Questa, sicuramente, è una delle cose più difficili da fare, perché dipende da numerosi fattori che sono principalmente soggettivi.
Innanzi tutto, ancor prima di cominciare, è necessario capire che tipo di esigenze avete e, di conseguenza, il tipo di struttura che più si adatta a voi:

Hotel a Berlino
  • Hotel e B&B: questa sistemazione è la più classica e anche la più confortevole: le stanze hanno quasi sempre un bagno privato, in genere vengono pulite quotidianamente ed, inoltre, avete la possibilità di consumare almeno uno dei tre pasti della giornata direttamente all’interno della struttura. Visti anche i benefits, questa è la soluzione più costosa, ma attraverso vari motori di ricerca (come Trivago, Booking, Expedia, etc) potete facilmente trovare offerte interessanti e a portata di tutte le tasche!
  • Appartamenti: questa soluzione è quella più conveniente sopratutto nel momento in cui viaggiate in piccoli gruppi oppure quando volete “sentirvi come a casa”. In genere è una buona soluzione anche per chi vuole risparmiare sui pasti…si sa che, non sempre, mangiar fuori tutti i giorni è economico, quindi avere una cucina privata a disposizione può rivelarsi molto utile anche per fare un piccolo risparmio! Un tempo, gli appartamenti erano proposti per lo più dalle agenzie di viaggio, ma adesso basta un click nei siti giusti per cercare quello che fa per voi. Airbnb, Homelidays, Homeaway sono utilissimi motori di ricerca nei quali potete trovare di tutto: stanze condivise, stanze private o persino intere case a vostra disposizione! L’unico possibile problema in cui potete incorrere, se optate per una soluzione come questa, è che il vostro soggiorno non sempre è assicurato, ma dipende dalla volontà del proprietario di casa: sarà lui a dover accettare la vostra proposta e, ogni tanto, può capitare che, per motivi suoi, decida di cancellare la prenotazione anche a seguito della sua conferma. Per questo, come ripeterò anche dopo, leggete sempre con attenzione le recensioni dei vari host, per capire bene se e quanto siano affidabili!
  • Ostelli: questa, infine, è la soluzione più economica e, al tempo stesso, “alla buona”. In genere sono i preferiti sopratutto dei giovani, in primis per il prezzo, ma anche perché permettono (ospitando la gente in camerate più che in stanze private) di fare conoscenze con altri viaggiatori! Per poterci soggiornare, bisogna amare la condivisione, visto che si divide con gli altri sia la camera da letto che il bagno. Purtroppo, proprio per questo motivo, non sempre le strutture risultano pulitissime e c’è sempre un po’ di diffidenza nel lasciare i propri bagagli in una camera dove pernottano anche degli sconosciuti…ma se avete uno spirito un po’ avventuroso e non vi spaventa lo stile un po’ spartano, questa può essere la soluzione che fa per voi!
    E, comunque, tenete presente che non in tutto il mondo gli ostelli sono uguali: ad esempio, se andate in Giappone, potrete trovare ostelli pulitissimi ed ordinati, belli quasi quanto un albergo! I siti su cui cercare questo tipo di sistemazione sono gli stessi degli hotel, che in genere vi permettono di raffinare la ricerca, selezionando la struttura che preferite!
Bagni di un ostello, Kyoto
Istruzioni per il bagno, Tokyo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una volta deciso dove volete soggiornare, arriva la parte più complessa. Valutare se la struttura che avete visto fa proprio al caso vostro. Come dicevo prima, i motivi di una scelta sono molto soggettivi, ma cercherò di essere il più imparziale possibile nel suggerirvi i miei.

  • Collocazione dell’hotel: quando valutate un hotel dovete sempre tenere ben presente in che parte della città si trova. E’ ovvio che, più andate lontano dal centro, più basso sarà il prezzo, ma considerate che non sempre quello che ci sembra economico in realtà lo è per davvero. Infatti dovete sempre aver ben chiari quelli che sono i tempi ed i costi di spostamento. Se trovate un hotel a prezzo stracciato, ma poi dovete spendere in mezzi di trasporto (perché magari si trova al di fuori del limite urbano) oppure dovete sprecare quasi un’ora per raggiungere tutti i luoghi di interesse che volete visitare, allora l’affare che avrete fatto sarà stato relativo.
  • Vicinanza a una fermata dei mezzi pubblici: accertatevi sempre di essere vicini alla fermata di almeno un mezzo pubblico. Se siete in un paesino, magari questo punto non sarà nemmeno necessario, ma se visitate grandi città (come Parigi, Londra, New York) vi renderete presto conto di quanto sia vitale avere un autobus o, meglio ancora, una metro che vi porti velocemente in centro al mattino e che vi riporti, altrettanto velocemente, verso il vostro hotel la sera!
Hotel, Tokyo
  • Scelta del quartiere: sempre ipotizzando che vogliate visitare una grande città, la scelta del quartiere in cui soggiornare diventa di assoluta importanza. Innanzi tutto, il primo consiglio è cercare di capire, magari leggendo sulla vostra guida, quali sono le zone più sicure dove poter pernottare: non voglio essere allarmista ma è sempre meglio essere prudenti, sopratutto se siete persone che amano fare vita notturna e pensate di tornare in hotel molto tardi la sera. Inoltre, dovete tenere anche conto dei servizi che il quartiere in cui soggiornate vi offre: molto spesso, fa comodo avere nelle vicinanze localini carini in cui potete andare la sera senza bisogno di spostarvi necessariamente coi mezzi, oppure anche supermercati, farmacie e quanto possa esservi utile durante il vostro soggiorno.
  • Vicinanza ai luoghi di interesse: se visitate una grande città, questo aspetto potrebbe essere meno importante (sempre che però abbiate rispettato il “punto 2”!) ma se, magari, volete andare in un luogo particolare, con pochi mezzi di collegamento, allora diventa un fattore essenziale. Ad esempio, se volete visitare Machu Picchu, sappiate che la grande città più vicina è Cuzco, ma quella dove potete soggiornare con maggior comodità è sicuramente Aguas Calientes: magari spenderete un po’ di più per il pernottamento, ma eviterete un viaggio lungo e una levataccia all’alba (considerando che il parco archeologico prevede un ingresso alle 6 del mattino!)
Colazione in camera, Sofia
  • Benefits della struttura: altra cosa da tener presente prima di effettuare una prenotazione è ciò che è compreso nel prezzo che pagate, come ad esempio la connessione wi fi gratuita, la colazione, il bagno in camera, l’aria condizionata (questo potrebbe sembrare un’optional trascurabile, ma poi rivelatosi indispensabile in luoghi caldi e umidi come la Cambogia) o il riscaldamento (pensate che in un hotel a Siviglia ci chiesero, se lo volevamo, di pagarlo a parte! :O). Inoltre, sopratutto su siti come Booking, leggete sempre attentamente se le tariffe includono l’iva e la tassa di soggiorno che spesso molte città applicano ma che, non sempre, sono inserite nel conteggio finale e che, se così fosse, rischiate di dover pagare al momento del vostro arrivo in hotel! Infine, se viaggiate in auto, è importante anche controllare se l’hotel vi fornisce un parcheggio gratuito o, quantomeno, convenzionato. Insomma…leggete sempre con attenzione anche le scritte in piccolo, prima di prenotare una camera, in modo da evitare brutte sorprese nel momento in cui arrivate!
  • Recensioni: ultimo punto, ma non per importanza, è leggere le recensioni! Sono una cosa fondamentale, visto che in genere sono scritte da viaggiatori come voi. Ovviamente van prese con le pinze, dato che il bello e il brutto della rete è che chiunque può scrivere liberamente ciò che vuole e, di conseguenza, non sempre le opinioni che leggerete saranno tutte attendibili. Però, se gran parte delle persone dice che un hotel è sporco, rumoroso, scomodo, etc. è molto probabile che sia effettivamente così. Perciò controllate sempre su Tripadvisor i pareri di chi ha soggiornato in un posto prima di voi, così da farvi un’idea. Poi sarete sempre liberi di rischiare, ma almeno lo farete con maggior consapevolezza!

…e ora che vi abbiamo svelato tutti i trucchi per trovare il vostro alloggio ideale, tenetevi pronti in attesa del prossimo step! 😉

Organizzazione di un viaggio: Step 3 – Trasporti

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *