Santa Cruz
Santa Cruz, Monterey, Big Sur, Morro Bay e Santa Barbara,  USA on the road,  West Coast

Due giorni on the road sulla West Coast!

Dopo le giornate passate a San Francisco, il nostro viaggio stava ormai per volgere al capolinea!
Ma prima di raggiungere Los Angeles, ci mancava ancora una bella tratta, ossia quella della West Coast!!
Perciò, sempre in compagnia della nostra fidata macchina, abbiamo percorso la famosa Highway 1, una delle strade panoramiche più note degli USA!

La prima località che abbiamo incrociato è stata Santa Cruz, un piccolo paesino che si affaccia sull’oceano, conosciuto dai più sopratutto per il surf.

Santa Cruz
Santa Cruz
Santa Cruz
Santa Cruz

Infatti, a parte la spiaggia, con dei grandi scogli sui quali in genere si appollaiano tantissimi uccellini (e anche qualche otaria), l’unica “attrazione” del luogo è il Santa Cruz Surfing Museum. Situato all’interno di un faro, si visita in pochi minuti e permette di ripercorrere, attraverso numerosi cimeli, la storia di questo sport.

Santa Cruz, Otarie e uccelli
Santa Cruz, Otarie e uccelli
Santa Cruz, Pellicani
Santa Cruz, Pellicani
Santa Cruz Surfing Museum
Santa Cruz Surfing Museum

Seconda tappa è stata poi Monterey, città che è stata la prima capitale della California, tra il 1777 ed il 1849. Essendo la sua economia basata principalmente sulla pesca (ma anche sul turismo), la zona portuale è molto sviluppata e, oltre al molo con gli attracchi, ha tante deliziose casette colorate, che ospitano negozi e ristoranti.

Monterey Wharf
Monterey Wharf
Monterey Wharf
Monterey Wharf
Monterey Wharf
Monterey Wharf

Pure la Downtown di Monterey è abbastanza interessante, visto che si possono visitare molti edifici antichi, come quello che si ritiene sia stato il primo teatro della California (in realtà, inizialmente, ospitava una locanda per marinai, ma nel 1850 venne riadattato a teatro).

California's First Theatre, Monterey Downtown
California’s First Theatre, Monterey Downtown

Poco distante da Monterey, si trova la Missione di Carmel, in tipico stile ispanico coloniale, fondata nella seconda metà del ‘700. Fu scelta come sua ultima resistenza da Padre Junipero Serra, responsabile dei religiosi spagnoli che, dal Messico, si stavano spostando verso nord. Molti dei suoi oggetti sono conservati ancora oggi nelle sale conventuali (ormai musealizzate) e molto bello da visitare è anche il verdissimo giardino, che contribuisce a dare un senso di grande tranquillità alla Missione.

Carmel Mission
Carmel Mission
Carmel Mission, Interno
Carmel Mission, Interno
Carmel Mission, Giardino
Carmel Mission, Giardino
Carmel Mission, Giardino
Carmel Mission, Giardino

Notevole, infine, è anche il piccolo cimitero, nel quale si trovano le tombe di alcuni indiani d’America, decorate con delle bellissime conchiglie.

Carmel Mission, cimitero
Carmel Mission, cimitero

Da Carmel, la strada che conduce a Los Angeles si inizia ad inerpicare per le montagne: è proprio lì che incomincia la famosissima regione di Big Sur. Il paesaggio è molto suggestivo, in quanto la strada si dipana tra foreste di sequoie da un lato e il lungomare dall’altro.
Proprio questo suo aspetto così particolare, ispirò alcuni dei più grandi scrittori americani come Henry Miller e Jack Kerouac, padre della Beat Generation. Quest’ultimo in particolare, pare che abbia abitato per qualche tempo in una capanna, proprio nelle vicinanze del Bixby Bridge, un ponte al di sopra dell’omonimo torrente.

Big Sur
Big Sur
Big Sur
Big Sur
Bixby Creek Bridge, Big Sur
Bixby Creek Bridge, Big Sur

Attraversata anche questa regione, la nostra ultima tappa della giornata è stata Morro Bay, una cittadina molto piccola, il cui unico punto di interesse è la cosiddetta Morro Rock, una grande pietra in mezzo all’oceano, dalla quale la località prende il nome. Infatti, si racconta che il termine “Morro” sia un’americanizzazione dello spagnolo “El Moro”, con cui il navigatore portoghese Juan Rodriguez Cabrillo, arrivato lì nel 1542, aveva ribattezzato la roccia, in quanto, secondo lui, assomigliava ad una testa di moro coperta da un turbante.

Morro Rock
Morro Rock
Morro Bay, Porto
Morro Bay, Porto
Morro Bay, Otarie
Morro Bay, Otarie

Vicino a Morro Bay si trova anche la bellissima spiaggia grande e bianca di Pismo Beach, nella quale siamo andate la mattina successiva, per goderci la tranquillità delle prime ore del giorno e per “vedere in azione” alcuni dei pochi surfisti che abbiamo incrociato durante il nostro viaggio!

Pismo Beach, Spiaggia
Pismo Beach, Spiaggia

Molto carina è anche la zona residenziale di Pismo, con tante casettine colorate e parchi dai prati verdi curatissimi, dove la mattina si possono incrociare anche gruppetti di persone intente a fare Tai chi!

Pismo Beach
Pismo Beach
Pismo Beach
Pismo Beach

Dopo un altro paio d’ore di macchina, abbiamo raggiunto la città di Santa Barbara, capoluogo dell’omonima contea californiana. Il centro, di per sé, non ha particolari luoghi d’interesse, a parte i numerosi parchetti (come l’Alice Keck Park Memorial) in cui si vedono spesso famigliole riunite per fare pic nick e dove si trovano anche numerosi musicisti di strada che allietano le passeggiate con il loro sottofondo musicale.

Santa Barbara, Flag
Santa Barbara, Flag
Alice Keck Park Memorial, Santa Barbara
Alice Keck Park Memorial, Santa Barbara

Un po’ più in periferia, si trova invece la Missione di Santa Barbara, un’altra missione spagnola fondata dai frati francescani nel 1786. Nonostante le sue origini così antiche, venne interamente ricostruita tra il 1812 e il 1820 in seguito ad un violento terremoto. Anche in questo caso, la Missione è dotata di un bel giardino, estremamente curato, e di ricchissime decorazioni in stile ispanico.

Missione di Santa Barbara
Missione di Santa Barbara
Missione di Santa Barbara, Interno
Missione di Santa Barbara, Interno
Missione di Santa Barbara, Giardino
Missione di Santa Barbara, Giardino
Missione di Santa Barbara, Giardino
Missione di Santa Barbara, Giardino
Missione di Santa Barbara, Cactus
Missione di Santa Barbara, Cactus

Ultima tappa di questo secondo giorno lungo la costa è stata Santa Monica…la spiaggia conosciuta in tutto il mondo per i suoi famosi Bay Watchers!

Santa Monica, BayWatch
Santa Monica, BayWatch

Per farvi capire quanta gente c’era quel pomeriggio, vi dico soltanto che abbiamo impiegato più di un’ora per trovare posteggio in zona.
Di conseguenza, anche la spiaggia era decisamente più affollata rispetto a tutte le altre che avevamo visto fino ad allora!

Santa Monica
Santa Monica

Ho provato a fare un bagno nell’Oceano, ma complice l’acqua gelida, le onde alte e la poca disponibilità dei guardiaspiaggia nel salvarmi dall’affogamento, la mia amica ed io abbiamo preferito fare due passi sul bagnasciuga, per raggiungere il famoso Pacific Park, un luna park con montagne russe e ruota panoramica direttamente “a mollo” nell’acqua!

Santa Monica
Santa Monica
Santa Monica, Rollercoaster
Santa Monica, Rollercoaster

Ormai, dopo questa lunga camminata, si era fatto tardi e così, prima di ripartire, ne abbiamo approfittato per goderci un ultimo, meraviglioso, tramonto sul mare!

Santa Monica, Tramonto
Santa Monica, Tramonto
Santa Monica, Tramonto
Santa Monica, Tramonto
Santa Monica, Tramonto
Santa Monica, Tramonto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *