cimitero-perelachaise
Tips & Tricks

Cimiteri del mondo – Parte I

I più interessanti cimiteri del mondo, da visitare durante il ponte dei morti. Parte I

Durante i miei viaggi i cimiteri hanno sempre fatto parte dell’itinerario, sono sempre stata affascinata dal simbolismo che si nasconde dietro ad ogni lapide, dalla romantica decadenza che si respira in questi luoghi e al poter rendere omaggio a chi, con un libro o una canzone, mi ha cambiato la vita. Se alcuni lo trovano macabro vorrei ricordare che nel Medioevo, il cimitero ero visto come un luogo pubblico, dove si svolgeva la vita sociale, ci si dava appuntamento per passeggiare tra le lapidi o amoreggiare su una panchina.

Se siete in partenza per il ponte dei morti, o volete pianificare la visita di un cimitero nel prossimo vostro viaggio, di seguito (e nei prossimi articoli) troverete una panoramica dei cimiteri più belli che abbiamo visitato personalmente. Non vi resta che scegliere il vostro e partire.

 

Cimitero monumentale di Staglieno

cimitero-staglieno 2
cimitero-staglieno 2

Questo cimitero accoglie così tante opere d’arte che è stata creata un’applicazione In grado di sostituire una guida turistica in carne ed ossa e portare il visitatore, attraverso curiosità e mappe, alla scoperta di questo bellissimo sito. Il cimitero fu aperto nel 1851 e si sviluppò nel verde mischiando uno stile neoclassico con realismo, simbolismo, Art a Nouveau e Decò fino a diventare un’immensa galleria di sculture a cielo aperto.

cimitero-staglieno 2
Cimitero-Staglieno
cimitero-staglieno 2
Cimitero-Staglieno
cimitero-staglieno
Cimitero-Staglieno

 

cimitero-staglieno
cimitero-staglieno Cimitero-Staglieno, prestate attenzione a questa scultura, è incredibile la somiglianza a quella del cimitero di Budapest che vi farò vedere più avanti.

 

La vegetazione selvaggia e alcune lapidi lasciate in balia del tempo, rendono alcuni angoli di questo cimitero ancora più affascinanti.

Se ne accorsero anche i Joy Division, usarono la foto della tomba della famiglia Appiani per una delle loro memorabili copertine d’ album.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui potete venire a trovare (solo per citarne alcuni) Mary Constance Wilde (la moglie di Oscar Wilde) Fabrizio de Andrè, Giuseppe Mazzini e Antonio Rota.

Cimitero-Staglieno
Cimitero-Staglieno

 

 

  • Piazzale Resasco
  • tutti i giorni dalle 7.30 alle 17.00
  • autobus 34 da Genova centro

 

 

 

Cimitero del Père-Lachaise

cimitero-Pere-Lachaise
cimitero-Pere-Lachaise

Non c’è molto da dire, penso sia il cimitero più famoso del mondo infatti, durante la visita, la folla di turisti che lo occupa costantemente rompe il silenzio che dovrebbe dominare in questo luogo.

cimitero-Pere-Lachaise dettaglio
cimitero-Pere-Lachaise
cimitero-Pere-Lachaise
cimitero-Pere-Lachaise Tomba di Jim Morrison

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo cimitero, aperto nel 1804, venne realizzato grazie a Napoleone Bonaparte. Allora era console e decretò che: “ogni cittadino ha il diritto di essere sepolto indipendentemente dalla razza o dalla religione” dando così a Théofore Brongnuart il compito della sua realizzazione.

cimitero-Pere-Lachaise
cimitero-Pere-Lachaise Tomba Oscar Wilde
cimitero-Pere-Lachaise
cimitero-Pere-Lachaise

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nonostante tutti gli stili eclettici mescolati nel corso degli anni, il gotico è sicuramente lo stile che domina rendendolo uno dei miei cimiteri preferiti.

Qui ad esempio potete venire a trovare Jim Morrison, Oscar Wilde, Edith Piaf, Maria Callas, Eugène Delacroix, Marcel Proust.

 

  • 16 Rue du Repos Parigi
  • dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00, sabato dalle 8:30 alle 18.00 e domenica dalle 6.00 alle 18.00
  • Metro Père Lachsise linee 2 e 3

 

 

Vecchio cimitero ebraico di Praga

cimitero-ebraico Praga
cimitero-ebraico Praga

Questo cimitero racchiude le sepolture ebraiche più antiche del mondo, la prima pietra tombale risale al 1439 l’ultima sepoltura avvenne 348 anni dopo. La peculiarità di questo cimitero e sicuramente l’affollamento. Qui 12,000 lapidi sbattono l’una contro l’altra, questo perché la fede ebraica non permettere di muovere i corpi, quindi le sepolture sono state fatte sempre più vicine e una sopra l’altra stratificandosi anche in profondità.

cimitero-ebraico Praga
cimitero-ebraico Praga

I motivi che decorano le lapidi hanno dei significati precisi, ad esempio il grappolo d’uva rappresenta la fertilità e saggezza, mentre i simboli come ad esempio le forbici la professione del defunto.

  • Široká Staré Mesto Praga
  • dal 1 gennaio al 23 marzo dalle 9.00 alle 16:30,dal 25 marzo al 26 ottobre dalle 9.00 alle 18.00, dal 28 ottobre al 31 dicembre dalle 9.00 alle 16:30, 24 dicembre dalle 9.00 alle 14.00.
  • Ingresso a pagamento
  • Metro Staromestská linea A

 

 

Ossario di Sedlec

cimitero-ossario di Sedlec 2
cimitero-ossario di Sedlec

Sicuramente si tratta di un di una delle cappelle più insolite che abbia mai visto. Dall’esterno può sembrare un’anonima vecchia chiesa medievale nella periferia ceca, ma all’interno troviamo racchiusi oltre 40.000 scheletri umani usati per decorare la cappella; lampadari, festoni e addirittura lo stemma di famiglia sono stati tutti realizzati con ossa umane.

cimitero-ossario di sedlec 2
cimitero-ossario di Sedlec , lampadario

Sembrerebbe che nel 1278 si fosse sparsa la voce che a Sedlec ci fosse un suolo santo, presto persone provenienti da tutti i luoghi volevano essere sepolte qua. Le ossa rimasero stipate nel sotterraneo della chiesa fino al 1870, quando un intagliatore di nome Frantisek Rint fu incaricato di sistemarle, il risultato è impressionante.

cimitero-ossario di sedlec 2
cimitero-ossario di Sedlec, altare
cimitero-ossario di sedlec 2
cimitero-ossario di Sedlec, stemma realizzato con le ossa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Zámecká, 284 03 Kutná Hora, Repubblica Ceca
  • dalle 9.00 alle 16.00 da novembre a febbraio, dalle 8.00 alle 18.00 da aprile a settembre, dalle 9.00 alle 17.00 marzo e ottobre, chiuso il 24 il 25 dicembre
  • Ingresso a pagamento
  • Dalla stazione principale di Praga un’ora di treno e poi 15 minuti a piedi

 

 

Cimitero Kerepesi

cimiteo-kerepesi
cimiteo-Kerepesi

Costruito nel 1847 è Il più famoso e antico cimitero di Budapest, qui sono sepolti molti famosi politici, scienziati e artisti ungheresi in tombe faraoniche e molto toccanti come ad esempio quella dell’attrice Lujza Blaha, una parte invece è dedicata ai caduti della rivolta del 1956.

cimiteo-kerepesi
cimiteo-kerepesi
cimiteo-kerepesi
cimiteo-kerepesi, la notate la somiglianza con la statua del cimitero Staglieno? Chissà che mistero si nasconde dietro!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Fiumei út 16-18 Budapest
  • Orario tutti i giorni dalle 7.00 alle 17.00
  • Metro Keleti Pályaudvar linee M2 e M4

 

 

Cimitero di Hietzing

cimitero-Hietzing
cimitero-Hietzing, tomba di Klimt

Dopo avere ammirato molte delle sue opere per giorni non si può non passare a salutarlo, con una lapide inconfondibile, la sua firma incisa sulla pietra, non faticherete a trovare Klimt che riposa all’ ombra di una betulla.

  • Maxingstraße 15, Vienna
  • tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.00
  • Metro Hietzing Linea U4

 

Cimitero Skogskyrkogården

cimitero-Skogskyrkogården
cimitero-Skogskyrkogården

Questo cimitero si differenzia sicuramente dagli altri visti finora, le lapidi sono sparse casualmente in mezzo a un bosco di sempreverdi, il contatto con la natura, tipico della vita nordica, continua così anche dopo la morte.

cimitero-Skogskyrkogården
cimitero-Skogskyrkogården

Fu costruito tra il 1919 il 1940 dagli architetti Gunnar Asplund e Sigurd Lewerentz. L’idea di disporre in questo modo, volutamente casuale, le tombe e le piccole cappelle è stato progettato per fare interagire la morte con l’ambiente naturale intorno. Il sito è considerato una delle opere più importanti dell’architettura moderna e, dal dicembre del 1994, il cimitero è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Qui potete venire a trovare Greta Garbo.

  • Sockenvägen, 122 33 Stoccolma
  • tutti i giorni dalle 11.00 alle 16.00
  • Metro Skogskyrkogården Linea 18

 

Cimitero di Montparnasse

Cimitero-montparnasse
Cimitero-montparnasse

Lo ammetto sono venuta qui solo per Baudelaire, anche se lungo la strada mi ha fatto piacere incontrare Man Ray. Fu inaugurato nel 1824 ed è il secondo cimitero più grande di Parigi.

Cimitero-montparnasse
Cimitero-montparnasse Tomba di Man Ray
Cimitero-montparnasse
Cimitero-Montparnasse tomba Baudelaire

 

  • 3 Boulevard Edgar Quinet Parigi
  • tutti i giorni dalle 8.00 alle 18.00
  • Metro Raspail Linee 4 e 6

 

Cimitero di Novodevičij

cimitero-Novodevičij
cimitero-Novodevičij

Di questo cimitero ne abbiamo già parlato in uno degli articoli dedicato a Mosca. Posso aggiungere che è un cimitero molto tranquillo e silenzioso, nonostante sia abbastanza turistico, penso sia dovuto alla sua collocazione nelle immediate vicinanze dell’omonimo monastero che, essendo ancora oggi in attività, pretende da parte dei visitatori decoro e un rigoroso silenzio.

cimitero-Novodevičij Majakóvskij
cimitero-Novodevičij tomba di Majakóvskij

Qui potete venire a trovare Anton Čechov, Boris El’cin , Sergej Ėjzenštejn, Nikolaj Gogol’, Vladimir Majakovskij ,Dmitrij Šostakovič e tanti altri.

  • Novodevichy Passage, 1
  • Metro Sportivnaya
  • tutti i giorni 9.00 – 17.00

 

Cimitero Tikhvin

cimitero-Tikhin
cimitero-Tikhin

Dopo aver letto e amato Fëdor Dostoevskij non si può non passarle a rendergli omaggio in questo stupendo cimitero adiacente al Monastero Aleksandr Nevsky. Lo troveremo facilmente perché la sua lapide è formata dal suo mezzobusto, e il suo epitaffio recita “In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore produce molto frutto”. Frase usata anche come citazione di apertura de “I fratelli Karamazov” (frase tratta dal Vangelo secondo Giovanni).

cimitero-Tikhin
cimitero-Tikhin tomba Dostoevskij

Questo cimitero, aperto nel 1824, non ospita solo grandi scrittori ma tanti grandi personaggi dell’arte russa, come ad esempio il compositore Pjotr Čajkovskij e il pittore Boris Michajlovič Kustodiev, infatti è chiamato anche “il cimitero delle celebrità”.

A differenza degli altri, questo Cimitero è molto elegante e inaspettatamente romantico, la particolare vegetazione color porpora spicca tra le lapidi nere e grigie e il verde brillante della vegetazione.

  • Ploshchad’ Aleksandra Nevskogo, 1Б San Pietroburgo
  • Orari tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.00
  • Metro Ploščad’ Aleksandra Nevskogo-1 linea 3 – Ploščad’ Aleksandra Nevskogo-2 linea 4

 

Cimitero dei martiri Kovaci

Cimitero-Koševo
Cimitero-Koševo

 L’ultimo cimitero di cui voglio parlarvi, è uno dei tanti cimiteri di Sarajevo. Un cimitero che è una ferita aperta, non solo per il popolo Bosniaco ma anche per noi, che siamo così vicini a questa terra e che siamo stati testimoni di questo massacro avvenuto in una storia così recente. L’assedio di questa città è durato dal 1992 al 1996, quattro anni che hanno portato più di 12.000 morti per la maggior parte civili.

Ho girato la Bosnia in macchina e non è raro imbattersi in queste macchie di lapidi bianche in mezzo al verde della vegetazione.

Cimitero-Koševo
Cimitero-Koševo visto dall’alto

 

  • si estende tra le strade Ploca e Sirokak
  • visitabile h 24 non è recintato

 

Non perdetevi la seconda parte!

 

 

Cimiteri del Mondo – Parte II

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *