Bodie Ghost City
Itinerario West Coast,  USA on the road,  West Coast

Un viaggio nel vecchio West: California

Eccoci qui per il nostro secondo appuntamento con i miei on the road made in USA!
Stavolta è il turno di uno dei tour più gettonati, che anche i meno “americanofili” sono tentati di compiere almeno una volta nella vita…sto parlando della California!

Devo dire che io, inizialmente, ero piuttosto scettica: da brava amante dell’asfalto e dei grattacieli, una vacanza più “naturalistica” come questa mi attirava molto poco…ma, alla fine, mi sono dovuta ricredere…leggendo le varie tappe, scoprirete il perché! 😉
Stavolta, ad accompagnarmi nel viaggio, è stata una delle mie amiche più fedeli: coraggiosamente ci siamo godute un on the road dove abbiamo macinato 2133 miglia, abbiamo incontrato animali di ogni specie e dimensione, abbiamo mangiato le cose più improbabili e, sopratutto, abbiamo riso tanto! Probabilmente adesso non ricorderei così con piacere quei giorni, se non ci fosse stata lei! 

Ma bando ai sentimentalismi! Vi starete chiedendo come ci siamo preparate alla partenza e che percorso abbiamo fatto!
Per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, vi rimando alla nostra sezione Tips&Tricks in cui sono spiegati, in maniera piuttosto dettagliata, tutti i passaggi da fare per prenotare le vostre vacanze!

Vi dico solo che, per quanto riguarda i voli, li abbiamo prenotati grazie al sito Orbitz, una sorta di Expedia in salsa americana, che all’epoca era piuttosto conveniente per via del cambio euro/dollaro…attualmente, però, mi pare che i prezzi si siano allineati più o meno con quelli dei siti italiani. In ogni caso, continuare a dare un’occhiata anche lì di certo non fa male! 

Successivamente abbiamo prenotato i nostri hotel su Booking…e devo dire che, nonostante le città che avevamo scelto fossero tra quelle più turistiche, abbiamo avuto un po’ di problemi nel trovare strutture con un buon rapporto qualità/prezzo.
In particolare San Francisco è stata la più difficile di tutte: lì il bagno in camera (che per me è sempre stata una necessità imprescindibile) ce lo siamo dovute scordare, perché purtroppo i costi raddoppiavano letteralmente. É una città davvero molto cara e, per trovare qualche buona offerta, bisogna muoversi con tanti mesi di anticipo!
Anche per quanto riguarda lo Yosemite abbiamo avuto qualche piccolo problemino…gli hotel nelle vicinanze sono pochi e si riempiono molto in fretta e, se volete soggiornare nelle tende (che, per carità, sono super attrezzate), abbiate l’accortezza di prenotare quelle con il riscaldamento…anche ad agosto, in montagna, di notte, fa parecchio freddo!!

Per quanto riguarda gli spostamenti, invece, è praticamente impossibile compiere questo viaggio coi mezzi. Di conseguenza bisogna per forza affittare una macchina e, se volete fare un giro come il nostro, abbiate l’accortezza di trovare un sito che non vi richiede una “fee” per il rientro dell’auto in un concessionario diverso. Negli USA si arriva a pagare un sovrappezzo di anche parecchie centinaia di dollari se luogo di ritiro e di restituzione non sono gli stessi! Noi all’epoca trovammo una buona offerta sul sito Argus Car Hire.
Per guidare in California (e anche Arizona e Nevada) la patente di guida italiana dovrebbe bastare, però controllate sempre sul sito del governo che non ci siano ulteriori aggiornamenti.
E, a proposito di certificazioni, ovviamente, non dimenticate di fare l’Esta…il visto a pagamento senza il quale non potreste accedere agli Stati Uniti!

Ma passiamo al tour vero e proprio…come potete vedere anche dallo schemino che ho fatto, siamo praticamente sempre state in movimento: abbiamo deciso di arrivare a Las Vegas (per tagliare la tratta di quasi 9 ore di tragitto che la collega a Los Angeles) e di visitare poi il Grand Canyon, la Death Valley, la zona dei laghi (Mono Lake in particolare), lo Yosemite, San Francisco, Santa Cruz e tutte le cittadine lungo la costa, per arrivare finalmente alla famosa “City of Angels”! 
Un’avventura di 14 giorni davvero sorprendente! 
Vi aspetto nei prossimi articoli, per descrivervela tappa per tappa! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *