angkor wat
Angkor Wat,  Cambogia,  Orient Express

Angkor Wat, prima della visita.

Biglietti, trasporti e consigli per prepararsi a vedere una delle nuove meraviglie del mondo; l’Angkor Wat.

Ho pianificato il viaggio in Cambogia pensando di dedicare tre giorni alla visita all’Angkor Wat. Partendo verso le 8.00 di mattina e tornando per le 17.00, saltando il pranzo, siamo riusciti a visitare entrambi i circuiti in due giorni.

angkor wat

Tariffe

L’Angkor Wat rappresenterà il cuore della vostra visita in Cambogia ed è l’attrazione che peserà di più sul vostro portafoglio. Le tariffe hanno subito un aumento nel 2017; 37$ per 1 giorno, 62$ per 3 giorni e 72$ per 7 giorni.

Pensavo di prendere i biglietti appena arrivata in città, Nak ci ha consigliato di prenderli il mattino seguente prima della visita, considerando che la biglietteria si trova per strada verso Angkor Wate che è aperta tutti giorni dalle 5.00 alle 17.30.

Il pass per l’Angkor Wat si acquista solo nella biglietteria ufficiale a Siem Reamp. Qui troverete ben trentasette sportelli, dove farete la fila insieme a visitatori provenienti da tutto il mondo, poi sarete fotografati e muniti del vostro personale pass. È possibile pagare con bancomat e carta di credito, portate con voi anche il passaporto e il visto.

La nuova biglietteria è qui, fate attenzione perché in molte guide antecedenti al 2017 è segnata nella sua vecchia sede. In ogni caso il vostro driver saprà sicuramente dove portarvi, ci vorranno 15 minuti da Pub Street.

Trasporti

Considerando la distanza da Siem Reap, i chilometri tra un sito e l’altro e la mancanza di mezzi pubblici è impossibile visitare l’Angkor Wat senza un mezzo di trasporto. Sarà necessario accordarsi con un autista di remork, negli hotel e negli ostelli sono segnalate le tariffe ufficiali, vi serviranno per accettare o no la proposta del vostro driver.

Una risaia , in viaggio tra un sito e l’altro

Nak con noi non ha perso tempo, ha approfittato subito del passaggio che ci ha dato verso l’hotel all’arrivo in città, per proporsi per il giorno seguente come nostro accompagnatore. La tariffa è stata sui 15-19$ per un’intera giornata.

I percorsi tra un tempio e l’altro sono molto piacevoli, vi riposerete mentre potrete ammirare gente del luogo impegnata in lavori quotidiani, una grande varietà di vegetazione, scimmie ed elefanti.

Concordate attentamente un punto di ritrovo con il vostro driver, e state attenti a uscire dallo stesso punto del tempio in cui siete entrati, oppure vi perderete e passerete un’ora a trovare il vostro mezzo…

Consigli e informazioni

  • I complessi principali aprono dalle 5.00 alle 19.00, quelli secondari dalle 7,30 alle 17,30.
angkor wat
  • Gli orari di punta di visita al sito sono l’alba e il tramonto. L’orario dopo l’alba dovrebbe essere quello meno affollato, tutti i tour organizzati riportano i visitatori in città per fare colazione.
  • Nei siti principali la folla è un elemento costante, considerando i due milioni di visitatori l’anno, per una volta bisognerà arrendersi, dovete pazientare e abbandonare l’idea romantica di essere soli nella giungla selvaggia.
angkor wat
  • Non ho trovato toilette nei pressi dei templi (nonostante la guida dicesse il contrario) chiedete al vostro driver, si fermerà per strada tra un sito e l’altro, non aspettatevi chissà che cosa ma una buca con un secchio che va utilizzato per tirare l’acqua. Non provate ad allontanarvi su sentieri non battuti e troppo isolati, perché la possibilità di imbattersi in una mina antiuomo è reale.
  • All’interno dei circuiti troverete banchetti che vendono frutta e qualche posto dove mangiare, i prezzi sul menù sono il doppio o il triplo dei prezzi che trovate in città, ma al primo segno d’indecisione le cameriere vi proporranno prezzi totalmente diversi.
  • Consumate il cibo appena acquistato, portarlo con voi vi renderà obiettivo di scimmie affamate (parlo per esperienza personale) al contrario l’acqua è fondamentale per affrontare le scalate.
  • Nonostante il caldo ricordatevi che per accedere in certi punti dei templi bisogna avere coperte spalle e le gambe almeno fino al ginocchio, ricordatevi che siete in un luogo sacro, perciò vestitevi rispettosamente e non usate le pietre dei templi come sedie per riposarvi.
  • Ricordatevi sempre la crema solare e lo spray contro gli insetti.

Nel prossimo articolo ci addentreremo tra le rovine nella giungla, e vi parlerò dei miei templi preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *